Carpa

“‘La Carpa è la regina dei fiumi; un pesce maestoso, buono e molto astuto’ Cit. Izaak Walton (padre della letteratura della pesca con la lenza)”.

DESCRIZIONE: la Carpa conosciuta con il nome di Carpa Comune possiede una timidezza quasi leggendaria, grazie ai suoi sensi molto acuti; la massima misura nota è di 130 cm per oltre 40 kg, la misura standard di un adulto è di circa 30-60 cm e i 3-20Kg di peso.

DIFFUSIONE: La carpa è originaria delle regioni dell’Europa orientale sino sino alla Persia, Asia Minore e alla Cina (dove è molto famosa). La specie è apparsa in Italia molti secoli fa, introdotta dagli antichi Romani per l’allevamento,  e grazie alla sua capacità di adattamento è possibile trovarla in quasi tutta Europa in acque dolci temperate. Le carpe sono di casa sopratutto nei laghi di pianura ricchi di alghe; generalmente si muovono in branchi ma i pesci più giovani e vecchi sono solitari.

ALIMENTAZIONE: essi prediligono vermi e larve di insetto, scrutando sul fondo con il naso in giù e allungando le labbra estese, scavano fino a 14 cm nella melma soffice. Con il tempo caldo le carpe si muovono verso le superficie, dove le acque hanno una profondità media, qualche volta pattugliano i margini di un lago soffermandosi dovunque trovano cibo. Quando sono in superficie esse succhiano rumorosamente gli insetti galleggianti e le alghe. Una tecnica affascinante, adottata dalle carpe, per procurarsi cibo è dare dei colpetti alle ninfee facendo cadere uova e insetti presenti sulle foglie.

LA FREGA: Le Carpe cominciano a deporre le uova da 18° C a 21° C a maggio nel sud e a Luglio nel nord d’Europa. Esse sono strettamente legate alla temperatura dell’acqua, in generale si nutre attivamente a 20° C, si modera nettamente a 12° C e si arresta quasi completamente sotto i 4°C. Durante l’inverno esse si muovono in acque più profonde alternando moderate attività a momenti di stallo totale.